Apprendiamo ora con esterma preoccupazione che il Governo ha rinunciato alla conversione in legge del D.L. 151 che all'art. 9 comma 3 introduceva un dispositivo transitorio sugli appalti, concedendo un lasso di tempo di 6 mesi atto alla revisione del sistema delle categorie specialistiche. Ciò significa che a partire da dopo domani, termine ultimo per la suddetta conversione, rientrerà in vigore il D.P.R. di recepimento del parere del Consiglio di Stato che annulla di fatto l'esistenza delle opere specialistiche. Siamo attivi con i nostri canali affinché si trovi una rapida soluzione a questo momentaneo e pericolossissimo impasse e si possa ricominciare a ragionare sulla rimodulazione del sistema delle specialistiche e non sulla sua totale cancellazione.